Belgio, fine anni ’40-inizio anni ’50. Gruppo di lavoratori, tra cui i bellunesi Gino Follin e Attilio Fabrinetti.
(Per gentile concessione di Nadia Follin)